Da quando ho iniziato questa bellissima avventura di praticien (servente del Gioco del dipingere), ho incontrato molte persone speciali con cui mi sento in sintonia, con cui condivido pensieri e riflessioni, che mi sostengono e mi aprono orizzonti, che magari parlano poco ma quando parlano dicono sempre cose sagge e illuminanti. Una di queste persone è Anna Gottardi, un’amica praticien che ha anche il dono della “poesia” e con molta semplicità e in rima, dice cose profonde e preziose.
Questa in particolare ci racconta chi sono i bambini senza età che partecipano al Gioco del dipingere.

“Dentro il Closlieu”
Noi che non siamo famosi artisti
dal chiasso ignorati, spesso non visti,
abbiamo uno spazio tutto per noi
dove dipingere quello che è in noi.

In compagnia di grandi e piccini
ridiventiamo tutti bambini
e ci esprimiamo nel gioco perfetto
da sguardi indiscreti sicuro e protetto.

Ognuno dipinge attingendo dal cuore
la propria essenza, il vero amore.

Sereni e guidati da antica memoria
di prime cellule sveliamo la storia,
attraverso la traccia, su fogli infiniti
ricreiamo noi stessi, più sicuri, più arditi.

Questa esperienza procura piacere,
ci rende sapienti senza il sapere.
Ciò che lì  accade pare magia,
ognuno è  più vero, sia quel che sia.

In mezzo agli altri senza ambizioni
fioriscono autentiche le relazioni,
poco si dice, calme le azioni,
non più conflitti, né competizioni.

Nessuno insegna, niente maestro,
solo un  servente a regia del contesto:
dentro la stanza discreto il suo agire,
solo e soltanto il bel gioco servire.

Rigore e calore il suo atteggiamento,
senza giudizi il comportamento
così da permettere senza intrusione
la più profonda nostra espressione.

Anna Gottardi

Grazie di cuore cara ANNA! 🙂

Maria Pia

Scopri qui tutti gli EVENTI

Leggi i miei ARTICOLI
Seguimi su Instagram (maria_pia_sala) o sul canale Telegram “@Maria Pia Sala”